Robot + Imballaggio e Logistica

Articoli, News, PDF, Prodotti, Webinar su Robot + Imballaggio e Logistica.

Gli ultimi articoli e news su Robot + Imballaggio e Logistica

ABB

ABB vince il premio Red Dot per il robot industriale Delta FlexPacker

Qualità e design compatto, il robot industriale Delta IRB 390 FlexPacker® di ABB, progettato per l'imballaggio ultraveloce, è stato scelto per il Red Dot Product Design Award - il secondo robot ABB a ricevere il prestigioso premio in due anni consecutivi.

Alberto Sibono

Scada e PLC. Allarmi ai reperibili per la sicurezza

Trasmettere dati d'allarme dal campo al reperibile provenienti da sistemi SCADA, PLC, I/O, in tempo reale con differenti media.

ABB

La nuova soluzione Robotic Depalletizer di ABB riduce la complessità e aumenta l'efficienza nella logistica

- La soluzione è indirizzata a svariate attività logistiche per ridurre i lavori pesanti di sollevamento manuale e aumentare sensibilmente l'efficienza - Il software di visione industriale gestisce compiti di depallettizzazione estremamente complessi in modo veloce ed efficiente, aumentando la produttività e riducendo i costi - Il software RobotStudio® di ABB per la progettazione di gemelli digitali consente di sviluppare applicazioni su misura per soddisfare i requisiti operativi di ciascun cliente - Facile integrazione con i robot mobili autonomi (AMR) di ABB

ABB

ABB Robotics presso i magazzini Selfridges a Londra, svela il futuro del commercio al dettaglio utilizzando plastica marina riciclata

L'iconico grande magazzino londinese mostra il ruolo futuro della robotica presso il punto di consumo La stampa 3D additiva con robot ABB utilizzerà il materiale recuperato Parley Ocean Plastic® per creare una gamma di oggetti di design Gli oggetti personalizzati potranno essere ordinati dai clienti in negozio e prodotti in loco per l'acquisto immediato

IDEA SOC. COOP.

I robot e la logistica

Negli ultimi periodi si sta discutendo molto dell'introduzione di robot all'interno del settore della logistica. Questo è dovuto principalmente a : - Carenza di manodopera; - Crescita dell'e-commerce; - Evoluzione dei modelli di distribuzione (necessari per dare ai clienti più scelte su come ottenere le merci).

Mouser
Ludovica Scarfi

La sostenibilità come paradigma di passaggio dall'Industria 4.0 a Industria 5.0

(PDF in lingua inglese) Report industria 5.0 Top 5 business risks are related to the environment Exponential technologies for Environmental Sustainability Sustainability is a business imperative A more sustainable organization starts with your assets Leveraging IBM Supply Chain Intelligence Suite and Fulfillment Optimizer to Drive Sustainability Case Histories Nestlé & Carrefour, trace the provenance of Mousline 100% French grown potatoes Carrefour launches the Textile traceability focusing on eco-friendly production Connecting Coffee Farmers with the Consumers they Serve Introducing the IBM Environmental Intelligence Suite De-risk digital transformation through structured innovation

Antonio Conati Barbaro

Applicazioni per l'Industrial IOT

Industrial IoT: l'abilitatore della Industria Digitale Il 'backbone' di integrazione fra macchine e applicazioni Smart Factories Dati di produzione, dati dell'impianto: migliore precisione delle decisioni, efficienza, produttività, qualità e sicurezza. Smart Supply Chains Dati di produzione, qualità e tracciamento Produzione just-in-time e qualità 'come da richiesto', su tutta la catena di fornitura. Connected Products Dati 'smart' dalle macchine per i costruttori e gli utilizzatori Servizio di assistenza efficace ed efficiente, nuovi servizi digitali, nuovi modelli di business.

ABB

L'industria logistica incrementa l'utilizzo di automazione robotizzata dopo la pandemia

Il white paper di ABB evidenzia il ruolo della robotica e dell'automazione nell'affrontare le sfide e le opportunità accelerate dal COVID-19, tra cui la carenza di manodopera e la crescita della distribuzione multicanale e dell'e-commerce. Nove aziende di logistica e trasporto su 10 indicano che le loro operazioni sono state influenzate negativamente dalla pandemia. ABB offre quattro soluzioni di automazione chiave per aumentare la resilienza operativa della logistica con un'automazione flessibile: prelievo degli articoli, pallettizzazione, sistemi robotizzati di stoccaggio e prelievo e smistamento.

Ufficio Marketing

Sensore d'immagine CMOS Hamamatsu per visione industriale

Hamamatsu presenta il sensore d'immagine lineare CMOS S13774 ad elevata velocità per applicazioni di visione industriale. Il nuovo sensore offre una risoluzione di 4096 pixel ed è in grado di raggiungere un line rate di 100k linee/s. Sviluppato con le più moderne tecnologie CMOS, il sensore ha pixel di piccole dimensioni (7 x 7 um) ed area attiva maggiore di 28 mm, garantendo simultaneamente una buona risoluzione spaziale (4096 pixel) ed area attiva piuttosto grande. L'eccezionale velocità è stata raggiunta grazie ad una struttura che integra un amplificatore ed un ADC per ciascun pixel, migliorando in questo modo anche il SNR e la sensibilità del sensore anche in condizioni di bassa luminosità o esposizioni estremamente brevi. Il sensore ha uscita digitale ed è possibile scegliere tra due livelli di risoluzione dell'ADC, ovvero 10bit (high speed mode:100Klines/s max) o 12bit (low speed mode: 25Klines/sec max). Queste caratteristiche rendono il nuovo sensore d'immagine particolarmente adatto per applicazioni di machine vision, in particolare in ambiti industriali che necessitano prestazioni molto elevate. Nell'ambito dei controlli in linea su processi produttivi (ad esempio qualità dell'allineamento, controllo di packaging, controlli di forma o posizione), infine, l'elevato line rate e lo shutter elettronico garantiscono immagini ottime anche in linee di produzione ad alta velocità. Nell'ambito della robotica, l'elevata sensibilità fornisce prestazioni eccellenti anche in condizioni ambientali difficili o in cui l'immagine, risulta poco luminosa per la presenza di polveri, disturbi o per il rapido movimento dell'oggetto. L'ottima risoluzione spaziale e la grande area attiva permettono di acquisire immagini accurate per applicazioni quali controlli ispettivi di tipo visivo o analitico in ambiti come controllo di qualità, ispezione di conformità, selezionatrici ottiche o lettura di codici. La bassa tensione di alimentazione (3,3 V), il package compatto, e la possibilità di gestire alcuni parametri con protocollo SPI, rendono il sensore di facile integrazione anche in strumenti di analisi o robot portatili. Infine, l'eccellente velocità e l'elevata sensibilità permettono l'utilizzo del sensore anche in applicazioni più complesse quali l'imaging multispettrale. Hamamatsu, al fine di testare il sensore, ha sviluppato un kit di valutazione con interfaccia USB. Hamamatsu Photonics Italia mette a disposizione dei suoi clienti unità demo per facilitare la valutazione. Per maggiori informazioni potete contattarci all'indirizzo info@hamamatsu.it

FOS S.p.A

Fos s.p.a. Si aggiudica importante progetto r&d per l'implementazione predittiva in ambito industriale e navale

Fos s.p.a. Si aggiudica importante progetto r&d per l'implementazione predittiva in ambito industriale e navale con l'applicazione di tecnologie industry 4.0: digital twin e iot Il Digital Twin del cantiere navale avrà come sito dimostrativo il progetto del ribaltamento a mare dello stabilimento Fincantieri di Genova Sestri Ponente. FOS S.p.A, (FOS:IM), PMI genovese di consulenza e ricerca tecnologica, quotata al segmento AIM di Borsa Italiana, attiva nella progettazione e nello sviluppo di servizi e prodotti digitali per grandi gruppi industriali e per la pubblica amministrazione, comunica di aver ricevuto, da parte di Regione Liguria a valere sul bando POR FESR 2014-2020 - Asse 1 - Azione 1.2.4, l'approvazione del progetto "Aware". Il progetto "Aware" coordinato da Fos S.p.A. in collaborazione con Cetena S.p.A., Fincantieri S.p.A., Fincantieri SI S.p.A, Dema S.r.l., Docspace S.r.l., Smart track S.r.l. e Iroi S.r.l. nasce dalla valutazione che l'applicazione ai settori della Manifattura delle tecnologie di Industria 4.0, quali Digital Twin e Internet of Things (IoT), possa consentire un notevole miglioramento delle operazioni di monitoraggio, di assistenza agli operatori, della pianificazione della supply chain e del processo produttivo. Nel progetto "Aware" ("Consapevole" in inglese) le tecnologie Industria 4.0 di Digital Twin, Industrial Internet of Things e Augmented Reality saranno sviluppate insieme anche al contributo scientifico del DIBRIS (il Dipartimento di Bioingegneria, Robotica e Ingegneria dei Sistemi dell'Università di Genova) e adattate per due ambienti manifatturieri con differenti livelli di complessità, come uno stabilimento di produzione macchinari e un cantiere navale.

Gli ultimi webinar e news su Robot + Imballaggio e Logistica

Ludovica Scarfi

La sostenibilità come paradigma di passaggio dall'Industria 4.0 a Industria 5.0

(PDF in lingua inglese) Report industria 5.0 Top 5 business risks are related to the environment Exponential technologies for Environmental Sustainability Sustainability is a business imperative A more sustainable organization starts with your assets Leveraging IBM Supply Chain Intelligence Suite and Fulfillment Optimizer to Drive Sustainability Case Histories Nestlé & Carrefour, trace the provenance of Mousline 100% French grown potatoes Carrefour launches the Textile traceability focusing on eco-friendly production Connecting Coffee Farmers with the Consumers they Serve Introducing the IBM Environmental Intelligence Suite De-risk digital transformation through structured innovation

Antonio Conati Barbaro

Applicazioni per l'Industrial IOT

Industrial IoT: l'abilitatore della Industria Digitale Il 'backbone' di integrazione fra macchine e applicazioni Smart Factories Dati di produzione, dati dell'impianto: migliore precisione delle decisioni, efficienza, produttività, qualità e sicurezza. Smart Supply Chains Dati di produzione, qualità e tracciamento Produzione just-in-time e qualità 'come da richiesto', su tutta la catena di fornitura. Connected Products Dati 'smart' dalle macchine per i costruttori e gli utilizzatori Servizio di assistenza efficace ed efficiente, nuovi servizi digitali, nuovi modelli di business.

Cocchi Alessio

Robotica collaborativa (cobot) nelle aziende del food and beverage

Packaging, pallettizzazione, tracciatura, controllo qualità sono alcune delle richieste nell'industria del food and beverage. La robotica collaborativa (cobot) offre un supporto applicativo flessibile ed efficiente ai processi delle aziende alimentari. Nel workshop verrà mostrato come le aziende del food and beverage stanno sfruttando le opportunità di automazione della robotica collaborativa (cobot).

Massimo Nannini

Tecnologie RFID e IoT a supporto dell'Intralogistica e della Supply Chain

Per intralogistica si intendono i flussi logistici di merci e materiali all'interno delle aree di un'azienda. Rientrano nel settore, per esempio, sistemi di magazzino, macchinari, pacchettizzatori, visione industriale, sensori, robotica, software logistica, analisi dei dati, ecc. L'ambito dell'intralogistica è trasversale a più aree aziendali ed ingloba più responsabili, operatività e quindi anche più tecnologie. L'intralogistica riguarda tutto ciò che accade "dentro", mentre la logistica si occupa di ciò che "va fuori" dallo stabilimento.

Altri contenuti su Robot + Imballaggio e Logistica

MIR Mobile Industrial Robots

MiR ancora più in alto con il nuovo robot mobile MiR250

Milano, 9 Marzo 2020 - Mobile Industrial Robots (MiR), pioniere del settore dei robot mobili, dal 2017 introduce ogni anno un nuovo modello che apre la strada a opportunità completamente nuove per l'automazione della logistica interna. L'azienda danese, specializzata in robot mobili collaborativi, ha nuovamente ridefinito gli standard dell'intralogistica, realizzando un robot più veloce, più sicuro e più agile di qualsiasi altra soluzione della stessa categoria nel mercato mondiale. L'innovativo MiR250 si avvale della tecnologia più recente per muoversi in modo fluido ed efficiente in ambienti intensamente frequentati.

Eugenio Meregalli

Sistemi di Visione Robot e Applicazioni Vision nel settore Food

Caratteristiche delle diverse applicazioni dei sistemi di visione Robot e Vision nel settore food. Case study - Nutrition & Santé, ispezione ad alta velocità dei biscotti rotti.

Paolo Fabbri

Sistemi di Visione Robot e Applicazioni Vision nel Settore Food

- Sistemi di visione: Ispezioni visive in linea, precise ed immediate, con un sistema di illuminazione intelligente ed un algoritmo di controllo all'avanguardia. - Applicazioni Robot Vision - Incredibile versatilità e stabilità delle operazioni grazie ad una modalità di ricerca sviluppata - Applicazioni Vision nel settore Food - Case study - Nutrition & Santé

Cristian Sala

Dal caos all'ordine: l'applicazione dei sistemi di visione al packaging

- Sistemi di Visione - Utilizzo dei Sistemi di Visione - Guida Robot - Lettura codici - Controllo qualità - Tracciabilità - Vantaggi

Mobile Industrial Robots

Mobile Industrial Robots presenta MiR1000: trasporto di carichi pesanti e pallet fino a una tonnellata e primo sistema d

Mobile Industrial Robots (MiR) annuncia oggi il MiR1000, il più grande robot mobile autonomo (AMR) del mercato. Come dimostrato in occasione di Automate 2019 Show and Conference a Chicago, il MiR1000 può automaticamente sollevare, trasportare e consegnare pallet e altri carichi pesanti fino a 1000 kg all'interno di un ambiente dinamico. Come il MiR500, introdotto sul mercato nel 2018, il MiR1000 è un'alternativa collaborativa, sicura e flessibile ai carrelli elevatori utilizzati in fabbrica, potenzialmente pericolosi e costosi. MiR è anche in procinto di rilasciare le prime funzionalità del settore basate sull'intelligenza artificiale (IA) in tutti i suoi AMR per una migliore navigazione.

Paolo Fabbri

I prodotti si riconoscono dalle fotografie.Sistema elaborazione delle immagini flessibile, ad alta velocità e capacità

La potenza per essere all'avanguardia. Casi applicativi La gamma di strumenti di visione Keyence Ispezione dell’aspetto Acquisizione diimmagini multispettrali Misurazione e ispezione 3D Telecamera matriciale Fusione di elaborazione immagini e robotica Ricerca di ultima generazione ShapeTraxTM3

Mirko Garuti

Automazione robotizzata ed integrata in ambito alimentare: cambiamento produttivo da manuale a robotizzato

Cambiamento produttivo da manuale a robotizzato, mantenendo l’artigianalità del prodotto. Cibo e tecnologia. La soluzione: robotica, quadristica e cablaggio, progettazione meccanica, progettazione hardware e sotware. Tracciabilità. trasparenza, personalizzazione.

Alberto Pellero

La smart factory e Industria 4.0

Il concetto di Industrie 4.0 applicato ai sistemi robotizzati implica un necessario passo avanti oltre l’interconnessione delle macchine, ovvero l’interpretazione “smart” di questa mole notevole di dati per trarne informazioni utili sia alla manutenzione preditiva sia all’ottimizzazione dei cicli produttivi. A questo universo si unisce quello della robotica mobile, in cui KUKA sta muovendo notevoli investimenti e dispone già da diverso tempo di sistemi AGV e piattaforme mobili robotizzate capaci di rivoluzionare quello che era il vecchio concetto di linea produttiva nella futura declinazione della “matrix manufacturing”. L’intervento si propone di approfondire queste due tematiche innovative

Rittal

Rittal: armadi sistematicamente innovativi

Dopo cinque anni di sviluppo, Rittal ha annunciato alla fiera di Hannover 2018 il suo nuovo sistema di armadi di grandi dimensioni. Rittal VX25 è il primo armadio interamente sviluppato per soddisfare i requisiti di maggiore produttività nella filiera della quadristica e lungo la catena del valore di Industria 4.0. Con lo slogan "SYSTEM PERFECTION.", Rittal promette un grande salto innovativo, reso possibile dalla sua profonda esperienza e dall’esclusivo dialogo con i suoi clienti, i cui suggerimenti hanno permesso di realizzare “il sistema perfetto”. L’armadio VX25 offre massima qualità e consistenza dei dati, riduzione della complessità e risparmio di tempo, oltre a una totale sicurezza in fase di montaggio. Oltre 25 brevetti registrati, dimostrano l'alto livello di innovazione. Milano, 11 maggio 2018 - Come si può rendere “il meglio ancora migliore”? Rittal si è posta questa domanda all'inizio dello sviluppo di un nuovo sistema di armadi. "Il mercato ha bisogno di un armadio che consenta di accorciare i tempi di produzione, dalla progettazione fino all’'assemblaggio, che riduca la complessità e sia capace di integrarsi a pieno titolo nel megatrend della digitalizzazione", afferma il Dottor Thomas Steffen, Managing Director Research & Development di Rittal. "Il nuovo armadio Rittal è diventato compatibile al 100% con Industria 4.0. In futuro, solo la combinazione di un quadro elettrico reale e del suo gemello digitale consentirà di soddisfare tutte le esigenze di digitalizzazione: dalla configurazione online all'ingegneria, all'assemblaggio, all'automazione, alla logistica e alla manutenzione.” Studiare: osservare, ascoltare, apprendere Il dialogo intenso con i propri clienti è stato per Rittal di fondamentale importanza nello sviluppo del nuovo sistema di armadi componibili. Nel corso di uno studio di valutazione relativo alla facilità di utilizzo, condotto su larga scala, i ricercatori hanno utilizzato parole, immagini e girato filmati per documentare il ciclo di lavoro quotidiano dei produttori di quadri elettrici. Questa ricerca è stata effettuata presso piccole, medie e grandi aziende delle quali dieci in Germania, otto negli Stati Uniti e sei in Cina. In alcuni casi abbiamo individuato problemi che i clienti stessi non avevano ancora percepito”, ha affermato il Dottor Steffen. Il risultato è che sono emersi 150 requisiti specifici per un nuovo armadio, fornendo agli sviluppatori e ai product manager una solida base per il lavoro di sviluppo effettivo che ha tenuto conto anche dei risultati ottenuti dal Customer Advisory Council. E nessuno di questi elementi è stato trascurato nella successiva fase di sviluppo. Il risultato: puro vantaggio per il cliente! Il risultato è il nuovo sistema di armadi di grandi dimensioni VX25. VX25 è sinonimo di versatilità delle opzioni, soddisfazione dei requisiti “X” del cliente e perfetta simmetria, grazie a un reticolo di fissaggio completo e continuo con passo da 25 mm. "La novità è che nessun sistema di armadi è mai stato sviluppato in passato in modo così coerente, sistematico e fortemente finalizzato a garantire il massimo vantaggio per il cliente. VX25 si adatta perfettamente al modo in cui il produttore di quadri di comando pensa e lavora: sia nelle funzioni, sia nei processi”, ha ribadito il Dott. Steffen. I vantaggi per il cliente lungo l'intera catena del valore della filiera produttiva degli armadi elettrici possono essere riassunti in tre punti chiave: massima qualità e disponibilità continua dei dati, riduzione della complessità e risparmio di tempo, oltre ad una totale sicurezza in fase di montaggio. Brevetti: un alto livello di innovazione Il cuore dell'innovazione è il nuovo profilo del telaio. Esso determina lo spazio di installazione, l'efficienza di progettazione e assemblaggio, le opzioni di ampliamento, la stabilità e quindi l'affidabilità e la flessibilità nell’ambiente lavorativo del cliente. Con il nuovo sistema di armadi di grandi dimensioni è stato possibile mantenere tutte le caratteristiche importanti e consolidate del sistema di armadi TS 8, utilizzato con successo in tutto il mondo, espandendole in modo significativo con una molteplicità di nuove funzioni e di vantaggi per il cliente. Oltre 25 brevetti registrati attestano l'elevato grado di innovazione del VX25. Produzione: massima qualità Per Rittal SYSTEM PERFECTION significa anche una produzione high-tech. Per realizzare il nuovo profilo del telaio del VX25, Rittal ha investito in nuovi impianti di produzione all'avanguardia. Nuove linee di profilatura completamente automatiche e linee di produzione in serie con un totale di 31 robot di saldatura e movimentazione garantiscono massima qualità, precisione e stabilità. Il risultato è che il profilo del telaio del VX25, con reticolo di fissaggio a passo continuo di 25 mm, a parità di peso, è significativamente più stabile del suo predecessore TS 8.

Cesare Fantuzzi

Monitoraggio e diagnostica di flotte di robot mobili per la logistica automatica

In base alle specifiche utente si sono sviluppate le specifiche tecniche che sono state classificate in due sottosistemi integrati: Il primo sottosistema si occupa della parte di controllo qualità e manutenzione. Il secondo sottosistema si occupa della parte di identificazione automatica dei guasti e manutenzione predittiva. E’ possibile personalizzare l'architettura finale in base alle esigenze aziendali. E’ possibile costruire “in-house” gli algoritmi di apprendimento automatico e di utilizzare questa tecnologia in scenari non in linea. Questa soluzione è del tutto applicabile a scenari con problemi di connettività.

Circuito Eiom