AIAT - Associazione Ingegneri Ambiente & Territorio

La gestione di acque reflue, fanghi e scarti di produzione secondo i criteri della transizione ecologica

Il Green Deal europeo e l’economia circolare rimangono le politiche prioritarie e trainanti per consentire la ripresa dalla crisi COVID-19. 
Trasformare le problematiche climatiche e le sfide ambientali in opportunità per dare impulso all’economia grazie 
a tecnologie verdi diventa un’esigenza essenziale per il settore produttivo. In questo contesto, 
la gestione ottimale dell’acqua come risorsa e la valorizzazione di reflui e rifiuti risultano temi trasversali 
nel processo di transizione ecologica che si traduce in efficientamento energetico, produzione di energia rinnovabile, 
riduzione e cattura delle emissioni di CO2. D’altra parte, lo scambio continuativo e sinergico di conoscenze tra Università e aziende 
consente all’Italia di distinguersi nello scenario internazionale mediante progetti d’innovazione che diffondo le best practice richieste dal mercato. 
 
 La giornata di lavoro mira a riunire casi di studio innovativi locali e territoriali, portati da accademici e tecnici aziendali, 
con l’obiettivo di incrementare la circolarità e la valorizzazione delle risorse e dei cicli produttivi.