BIM

Articoli, News, PDF, Prodotti, Webinar su BIM.

Filtra contenuti:

Articoli e news su BIM

UNI Ente Nazionale Italiano di Normazione

Conoscere e applicare il BIM con la normazione: la nuova brochure di UNI

Una guida gratuita per scoprire l'offerta normativa legata al Building Information Modeling (BIM). Siamo pronti ad usare il BIM? Le stazioni appaltanti, i progettisti e i costruttori conoscono lo stesso linguaggio della digitalizzazione delle costruzioni?

Viega

Viega World: nel centro di formazione interattivo per l'edilizia del futuro il seminario sull'acqua potabile

Il costruttore di componenti per HVAC Viega ha inaugurato a marzo il nuovo centro seminari Viega World ad Attendorn, in Germania. Un edificio avveniristico di 12.000 metri quadri che rispetta e supera i più recenti standard di sostenibilità (è stato premiato con la massima certificazione di livello 'platino' dal Consiglio tedesco per l'edilizia sostenibile DGNB), dotato di un impianto fotovoltaico proprio in grado di produrre 250.000 kW, il doppio del necessario e con il surplus girato allo stabilimento di produzione adiacente.

Flowdron

L'impiego dei droni nell'ingegneria civile: costi più bassi fino al 50% rispetto ai sistemi di rilievo tradizionali

Siamo in centro Italia: una zona rurale della Toscana molto ampia, circa 160 ettari, un territorio collinare su cui una nota azienda del settore edile ha in programma di avviare i lavori di costruzione di un insediamento industriale. Ma c'è il rischio che, nella zona, siano presenti nel sottosuolo reperti archeologici, come spesso accade in molte aree dell'Italia centrale. In fase progettuale, per individuare possibili criticità di questo genere l'azienda edile ha scelto di effettuare un'indagine archeologica preliminare, grazie a un rilievo su tutto l'appezzamento di terreno attraverso l'uso di droni.

Brugg Pipe Systems

BRUGG Pipe Systems lancia il BIM aziendale

Grande novità che apre a nuove opportunità in casa BRUGG Pipe Systems. Da oggi disponibile un'area dedicata agli utenti che avranno la possibilità di scaricare files Bim nei formati più utili e adatti a seconda della versione del software installato.

Brugg Pipe Systems - BRUGG Pipe Systems

BRUGG Pipe Systems lancia il BIM aziendale

Grande novità che apre a nuove opportunità in casa BRUGG Pipe Systems. Da oggi disponibile un'area dedicata agli utenti che avranno la possibilità di scaricare files Bim nei formati più utili e adatti a seconda della versione del software installato.

Danfoss

Ottimizza il tuo impianto HVAC con i file 3D Building Information Modeling

Progetta il tuo sistema in modo più rapido con il supporto di preziose informazioni sui drives, come i file BIM (3D Building Information Modeling) per inverter VLT HVAC Drive FC 102. Puoi documentare in modo completo la tua installazione in AutoCAD Revit, riduci i rischi di errori e risparmi tempo nella progettazione del tuo sistema.

Mouser
Daniele Pennati - ANIE Automazione

Smart building, ruolo di città ed edifici in una società digitale

Il ruolo delle città e degli edifici in una società sempre più digitale e in uno scenario Energetico particolarmente sfidante; I drivers del cambiamento nella Realizzazione degli edifici; l'evoluzione dello smart building.

Cristiana Burdino - CARL Berger-Levrault

Innovation CARL Software presents new solutions for operational BIM

CARL Software's ambition is to become a major player in operational BIM solutions. Accordingly, it has enhanced the CARL Maps module of its CARL Source software package with solutions for interacting with data from digital models.

Wibu-Systems

Operatori del settore manifatturiero, accademico e della sicurezza per trasformare l'industria delle costruzioni

DigiFab4KMU - Spianare la strada all'avvento delle fabbriche intelligenti Karlsruhe, Germania - archis Architekten + Ingenieure, studio di architettura di successo nello sviluppo, nella pianificazione e nella realizzazione di progetti di costruzione in tutta la Germania, ARNOLD IT Systems, all'avanguardia nello sviluppo di sistemi per CAD, CAM, PDM, Industria 4.0 & sviluppo software, produzione e BIM, l'Istituto per la Gestione delle Informazioni in Ingegneria (IMI) del Politecnico di Karlsruhe (KIT), pioniere nella ricerca sulla pianificazione virtuale delle fabbriche, e Wibu-Systems, il vendor di cybersecurity che monetizza le economie guidate da Industry 4.0 attraverso la protezione delle risorse digitali, hanno unito le forze per lanciare il settore delle costruzioni nell'era digitale.

Cristiana Burdino - CARL Berger-Levrault

Mobile Maintenance - Realtà Aumentata - Social Process Management - Chatbot: le innovazioni del sistema CMMS

Le innovazioni del sistema CMMS di CARL / Berger-Levrault, attraverso Casi Reali. Attraverso casi reali sono illustrati i benefici delle innovazioni tecnologiche applicate ai software di manutenzione (CMMS/EAM): dalle applicazioni mobile, all'IoT, Intelligenza Artificiale, Machine Learning, modelli BIM, ... che permettono ai responsabili di manutenzione di conoscere, mantenere e monitorare le macchine e gli impianti di un'azienda, ottimizzandone la disponibilità.

Salvatore Romano - Umbra Control

Un esempio di Cyber Physica system nell'edilizia: il prefabbricato intelligente

Sistema intelligente per il Monitoraggio Permanente della risposta strutturale di edifici prefabbricati in c.a. finalizzato alla prevenzione del danneggiamento mediante tecnologie abilitanti dell'ICT e dell'IoT. Monitoraggio integrato e manutenzione predittiva. - Manini Connect: CPS architettura e integrazione - Fattore sismico: l'algoritmo elaborato - I dati raccolti dal Manini Connect - Industry 4.0: Constructions -BIM -Energy -AI

Carlo Belvedere - Cogenerazione

Liberalizzazione e concorrenza - Innovazione e sostenibilità

Carlo Belvedere - Cogenerazione

Liberalizzazione e concorrenza - innovazione e sostenibilità

Carlo Belvedere - Ascomac - Federazione Nazionale Commercio Macchine

Cogenerazione ad alto rendimento. Liberalizzazione e Concorrenza, Innovazione e Sostenibilità

Matteo Proia - Group ATP

La progettazione Integrata e la Realta' Virtuale

ATP Group - Group ATP

VR & BIM

Gli ultimi webinar su BIM

Andrea Giusti - Group ATP

ROS e robotica avanzata in Fraunhofer Italia Arena: il progetto anti-covid Balto

- Istituto di ricerca applicata, indipendente e non-profit - Applicazioni robotiche avanzate, complessità di realizzazione e gestione attuatori - Robot Operating System - ARENA - Area for Research and iNnovative Applications - Apprendimento automatico per la riprogrammazione semplice - A COllaborative Robotic Assistant Learning from demonstrations - CORAL - BIM Integrated Robotics BALTO

Altri contenuti su BIM

Group ATP

Approccio BIM per soluzioni impiantistiche

Nei primi anni del 21esimo secolo, il settore industriale ed edile ha subito un’importante evoluzione, passando da una progettazione fondata su disegni 2D interpretativi ad una nuova metodologia, un nuovo processo basato su modelli digitali informativi 3D: il Building Information Modeling (BIM). Contemporaneamente la recessione economica globale ha provocato una violenta e significativa riduzione nel volume d’affari di questo settore ed una fisiologica riduzione dei margini di profitto. La competizione per ogni intervento pubblico o privato si è fatta più agguerrita e tutti, dagli stakeholders agli architetti, dagli ingegneri agli appaltatori e costruttori, hanno budget e tempi ridotti per completare un intervento, ma soprattutto non hanno più la possibilità di sbagliare.

Fausto Gorla - Anipla - Associazione Nazionale Italiana Per L'Automazione

Un approccio moderno all’ingegneria: il ruolo del Database nell’ingegneria degli impianti

- In ogni tool un database - In passato tutto cartaceo, ora tutto va tutto in cloud - come vengono approntati i dossier di hand over? - Una distinzione importante: attributi statici e dinamici - Gli ambiti presi in esame: BIM & PPLM, Big Data & Data Analysis - Building Information Modelling

Luca Cotta Ramusino - R2M Solution

BIM-based FM & Building Operations

Ciclo vita di un edificio Digitalizzare il costruito San Salvo, CH – Rilievo di un edificio esistente Tecnologie a confronto Una Digital Test Bench per gli edifici Visualizzazione da6 prestazionali real 6me nel BIM

Marco Casin - RFID LAB CATTID

Architettura 4.0: dal BIM al machine learning, innovazione e trasformazione digitale nella filiera edilizia

(in parte in lingua inglese) Architettura 4.0 The role of buldings: one of the world priority action areas AEC Industry Trends for the Next 10 Year Building information modelling Smart building design Controllo prestazioni e tempi di realizzazione

Fausto Gorla - Paneutec

Edificio = Processo: BIM e PPLM

Evoluzione dei metodi di modellazione delle realtà impiantistiche. (Process &) Product Lifecycle Management. Building Information Modelling. Case Study: Approccio Database centric per il Fotovoltaico. Smart Building. Case Study: BIM per le infrastrutture ,il caso MOSE. Esempio d imodello: Utilizzo dei concetti PPLM/BIM su un'opera infrastrutturale di grandi dimensioni. Building Information Modelling.

Mouser
Sara Di Clemente  - Mitsubishi Electric Europe Climatizzazione

UNICREDIT Pavilion: il diamante sull’anello

Inaugurato pochi mesi fa il nuovo Unicredit Pavilion sorge nel cuore del rinato quartiere Porta Nuova di Milano e rappresenta la partecipazione del Gruppo Bancario ad Expo 2015. L’architetto Italiano Michele De Lucchi è stato scelto per progettare questo luogo di incontro capace di ospitare eventi, conferenze e concerti. Il complesso polifunzionale può ospitare fino a 700 persone contemporaneamente o essere diviso in spazi più piccoli grazie ai suoi componenti modulari, per promuovere il dialogo, la partecipazione, la sperimentazione. Federico Ghizzoni AD di Unicredit ha affermato che la sua società aveva fortemente voluto un edificio che riflettesse l’identità del brand ed allo stesso tempo che rappresentasse l’architettura Italiana “Questo edificio risponde al nostro impegno di costruire relazioni più profonde con le comunità in cui operiamo e contribuire al loro sviluppo economico in modo sostenibile”. La forte attenzione di Unicredit verso la sostenibilità è dimostrata anche dalla certificazione LEED GOLD in fase di ottenimento per il nuovo edificio e dalle tecnologie all’avanguardia utilizzate nel progetto. FOCUS SULLA CLIMATIZZAZIONE Il comfort all’interno del Padiglione è garantito da 2 unità polivalenti Climaveneta ERACS2-WQ 1502, collegate all’anello d’acqua che serve l’intera area di Porta Nuova. L’impianto è tanto semplice quanto innovativo, il primo ed unico di questo tipo in Italia, ed assolutamente innovativo in tutta Europa. Questo si basa sull’acqua di prima falda, presente in abbondanza nell’area interessata, che forma un anello in grado di servire l’intero quartiere. Dall’anello, che si prende l’acqua da 12 pozzi di emungimento, ogni edificio ottiene acqua di falda per il funzionamento del proprio impianto, ottenendo così una produzione di acqua calda e refrigerata totalmente indipendente. “Grazie all’utilizzo dell’acqua di falda è possibile produrre caldo e freddo con la massima efficienza possibile, senza alcuna emissione di CO2 in ambiente. Il sistema così pensato consente inoltre di azzerare le emissioni sonore perché le unità per la climatizzazione sono sempre installate in locali tecnici all’interno degli edifici” afferma Francesca Martinoli, ingegnere associato allo studio Ariatta Ingegneria dei Sistemi, responsabile della progettazione del super impianto che serve l’intera area di Porta Nuova. L’ultimo edificio collegato all’anello d’acqua è il nuovo Unicredit Pavilion. Dal punto di vista ingegneristico questo edificio ha rappresentato una vera sfida vista la sua forma assolutamente insolita, creata da volumi non costanti, da una struttura in legno e calcestruzzo e da una facciata completamente costituita in vetro. L’architetto Michele De Lucchi ha dato disposizioni affinché l’impianto di climatizzazione risultasse praticamente invisibile in tutti gli ambienti dell’edificio. Per questo motivo, e considerata la struttura dell’edificio, si è pensato di utilizzare un approccio assolutamente innovativo scegliendo la progettazione integrata BIM per l’intero progetto. E’ quindi stato creato un team di progettazione, composto da architetti, ingegneri strutturali e termotecnici per lavorare insieme intorno ad un unico modello 3D, aggiungendo così i vari componenti ed impianti in maniera coordinata e simultanea. Nella progettazione dell’impianto di climatizzazione la parola chiave è stata flessibilità. Considerata la polifunzionalità dell’edificio si è infatti dovuto optare per la creazione di impianti diversi per le diverse sezioni della struttura. Al piano terra ad esempio, poiché l’auditorium può essere utilizzato per piccoli eventi o grandi manifestazioni in grado di ospitare fino a 700 persone, è stato progettato un impianto modulare a tutt’aria con un’UTA installata nel piano tecnico, collegata ad unità canalizzate poste nel seminterrato. Da qui si dirama una rete di canali che servono i vari plenum posizionati sotto al pavimento, rendendo così l’impianto totalmente invisibile, escluse alcune piccole griglie poste a terra. Sono inoltre stati installati alcuni kit di separazione che dividono i flussi d’aria sulla base delle diverse configurazioni degli spazi interni rendendo sempre possibile il settaggio di temperatura ed umidità diversi in ogni ambiente. Infine per massimizzare ulteriormente l’efficienza energetica dell’impianto, adattandolo cioè alle reali esigenze di carico, sono state installate in ambiente alcune sonde di CO2. Al primo piano dell’edificio sorge invece un asilo, con esigenze di climatizzazione totalmente diverse da quelle dell’auditorium. Per massimizzare il comfort dei bambini, si è pensato in questo caso ad un impianto a panelli radianti con ricambio di aria primaria, completamente integrato nell’architettura dell’edificio. Il terzo piano infine è dedicato ad una lounge, uno spazio aperto per il quale si è pensato di nuovo ad un impianto a terra con terminali posizionati sotto al pavimento e canali di aria primaria sul soffitto ma perfettamente integrati tra le travi di legno per combinare comfort, flessibilità e ridotto impatto estetico. L’intero progetto ha rappresentato una grande sfida dal punto di vista ingegneristico ed architettonico poiché “La maggior parte dei componenti del padiglione hanno richiesto un lavoro considerevole sia in fase di progettazione che di realizzazione, rendendo l’intero processo costruttivo piuttosto difficile” come ha spiegato Serena Massimi, Responsabile dello Sviluppo e della Gestione dell’Unicredit Pavilion. Ma l’effetto finale è brillante sia in termini di sostenibilità che di architettura e Unicredit Pavilion ha oggi l’ambizione di diventare il padiglione permanente di una Milano che cambia, e che Climaveneta con le sue soluzioni altamente efficienti, sta aiutando a cambiare.

Circuito EIOM